testi



5. Commenti patristici

1. Galeno, medico e filosofo di Pergamo (muore a Roma nel 199), Liber de sententiis

La maggior parte della gente non è in grado di seguire una dimostrazione con un’attenzione sostenuta. Ecco perché c’è bisogno che si parli loro in parabole… E’ così che ai nostri giorni abbiamo visto questi uomini che vengono chiamati cristiani trarre la loro fede dalle parabole. Tuttavia, di tanto in tanto, essi si comportano da veri filosofi. Per dire il vero abbiamo sotto gli occhi il loro disprezzo della morte. Aggiungo che per una sorta di pudore aborriscono l’uso delle realtà veneree. Tra di essi vi sono sia donne sia uomini che per tutto il tempo della loro vita si sono astenuti dall’unione sessuale. Ve ne sono anche alcuni che, per la disciplina dell’anima e per una rigorosa applicazione, si sono avanzati tanto da non cederla per niente rispetto ai veri filosofi".